Tellus Syrah Falesco

-

IVA inclusa, spedizione esclusa

Aggiungi al carrello

Termine di spedizione 1 - 3 Giorni lavorativi

Prende il nome dalla dea della terra, Tellus, il cui culto veniva celebrato il 15 aprile dagli antichi romani.

Dettagli del prodotto

Created with Sketch.

Vitigno : Syrah 100%


Colore :  Rosso intenso con riflessi violacei.


Vinificazione :  Pre-macerazione a freddo per 4 o 5 giorni ad una temperatura di 18-20°C. Successivamente la fermentazione prosegue ad una temperatura di 25-27°C. Dopo la fermentazione alcolica passa in barriques di secondo passaggio per 5 mesi, dove svolge anche la malolattica.


Caratteristiche : Sentori di frutta fresca, di ciliegia, spezie, di vaniglia e dolci dati dal legno.  Avvolgente, setoso, con tannini morbidi e finale ricco e persistente.

Abbinamenti : Valorizza in modo unico, i secondi piatti della cucina romana e I formaggi stagionati.


Gradazione alc. : 14,50%

Vini Falesco

Created with Sketch.

Falesco è un’azienda che ha interpretato in modo magistrale il concetto di conduzione ‘a carattere familiare’, da anni infatti figli, nipoti e generi affiancano due tra i più grandi interpreti dell’enologia italiana, i fratelli Renzo e Riccardo Cotarella. Era il 1993 quando il Montiano fa il suo ingresso sul mercato enologico e viene accolto come uno dei vini rossi più innovativi italiani, simbolo della potenzialità della regione, svettando su tutta la gamma per profondità e fascino. Non è comunque solo perchè alle calcagna c’è il Marciliano, blend internazionale di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc che strizza l’occhio al suo fratello maggiore grazie ad evidenti richiami di menta, mirtillo e china. Menzione d’onore per il Tellus, 100% Syrah, un vino in grado di stupire positivamente per l’eleganza raggiunta e che riesce a plasmare la tipicità del vitigno con il territorio, attraverso una nota che sa essere speziata e fruttata insieme, il piccolo prezzo, ciliegina sulla torta, contribuisce a renderlo davvero attraente! Da non dimenticare, poi i grandi bianchi, primo su tutti il Ferentano, che appassiona per l’insolito equilibrio tra le note burrose e quelle esotiche e, infine un elogio speciale va ai Brut, sia rosè che bianco, affascinanti per la loro complessità e profondità, in chiusura di una gamma che racconta la storia della famiglia Cotarella tramite vini molto diversi, ma tutti accomunati da uno stile sempre ineccepibile.